STERILIZZAZIONE

La sterilizzazione è un’operazione atta a garantire la sicurezza del paziente in cura presso il nostro studio,a cui il nostro staff dedica un’ attenzione particolare

Il protocollo di sterilizzazione si articola in specifiche fasi :

DECONTAMINAZIONE: questa procedura prevede la totale immersione degli strumenti in una soluzione disinfettante(acido paracetico)in modo da rimuovere i microrganismi patogeni presenti nello strumento.

RISCIACQUO: consiste nel lavare gli strumenti con acqua corrente per rimuovere eventuali residui di detergente.

LAVAGGIO MANUALE O MECCANICO: il lavaggio manuale consiste nello spazzolare con acqua e detergente non corrosivo gli strumenti in modo da pulirli. Il lavaggio meccanico è un processo di detersione per mezzo di macchina lavastrumenti o in alternativa di trattamento in ultrasuoni. Il lavaggio meccanico è da preferire a quello manuale perchè riduce i rischi di incidenti da parte degli operatori. Il trattamento con ultrasuoni garantisce una più accurata pulizia del dispositivo medico

.

CONFEZIONAMENTO: dopo il controllo, gli strumenti vengono confezionati. La confezione serve per garantire la sterilità dello strumento fino al suo prossimo utilizzo.

 

STERILIZZAZIONE: gli strumenti confezionati vanno inseriti in un’autoclave che rilascerà vapore fino ad una temperatura di 115° o 134° al massimo. Questa fase serve per eliminare i microrganismi rimasti presenti anche dopo il lavaggio.

 

TRACCIABILITÀ: questo processo permette di identificare il dispositivo sterilizzato in qualsiasi momento, grazie ai dati riportati sulla confezione degli strumenti, il numero del ciclo di sterilizzazione, la data di confezionamento e la data di scadenza

RINTRACCIABILITÀ: questa fase consiste nel riportare tutti i documenti relativi allo step di sterilizzazione all’interno di un apposito registro, in modo tale da essere sempre disponibile per gli operatori.

VERIFICHE PERIODICHE: questo step riguarda alcuni controlli che è opportuno fare per assicurare una buona sterilizzazione allo studio. Giornalmente occorre controllare la superficie di sterilizzazione e la data sulle confezioni sterilizzate, effettuare il vacuum test per il rilascio del vuoto dell’autoclave, e infine svolgere il test degli integratori chimici.

MANUTENZIONE DELLE APPARECCHIATURE: le apparecchiature devono essere sottoposte periodicamente a manutenzione come da libro macchine. La manutenzione deve essere svolta dal personale qualificato, indicato dal costruttore.